Messa di commemorazione per Suor Gabriella

Ad un mese dalla scomparsa di Suor Gabriella vogliamo ricordarla con una messa commemorativa giovedì 5 Maggio ore 18.30 presso al chiesa di San Giovanni Battista alla Bicocca.

In occasione proponiamo una bellissima lettera:

Ultimo ricordo di suor Maria Gabriella, la mattina del 4 aprile, un giorno prima di lasciarci del tutto, quando aveva ancora un filo di voce per parlare: ” Porto in cuore con riconoscenza tutte le esperienze fatte nelle diverse comunità parrocchiali, in modo particolare il tempo vissuto a Paderno e a Milano. A Paderno dove ho collaborato molto bene, con appassionata e gioiosa dedizione, con il parroco Don Aldo e con le tante collaboratrici, di cui vorrei fare il nome, ma temo di dimenticare qualcuna, perché tutte sono state importantissime per me. Milano è stata l’ultima tappa Apostolica della mia vita. Devo confessare che il trasferimento mi è costato parecchie lacrime; Infatti il primo anno fu molto difficile, molto doloroso. L’inserimento non è stato facile. La città mi faceva paura e mi sentivo inadeguata. Per un lungo anno di notte piangevo e di giorno sorridevo a quanti mi avvicinavano, perché essi non avevano nessuna colpa del mio stato d’animo; Essi non dovevano subire le conseguenze di una situazione non ancora superata. Ma poi il Signore e la mia obbediente disponibilità hanno vinto! Sono seguiti anni meravigliosi a tutti i livelli: comunitario, parrocchiale, con una grande intesa e fraterna collaborazione con il parroco Don Giuseppe prima e con don Antonio poi. A loro va il mio grazie più sentito per il loro affetto, la loro stima e il loro rispetto. Vorrei ricordare una persona eccezionale per l’oratorio: Francesca, con cui lavorare è stato bello. Un tempo pieno di creatività, di vitalità, di affetto e stima reciproca, collaborando con tutti gli animatori a largo raggio. Di tutti cercavo di scoprire a cogliere l’aspetto umano più positivo e far leva su questo per impostare un percorso formativo valido e incisivo. Non ho la forza, ma vorrei ricordare tutti i bambini, i ragazzi, i giovani dell’oratorio e i loro carissimi genitori, uno per uno, ma temo di lasciare fuori qualcuno! Li abbraccio tutti li stringo nel mio cuore. Un ricordo affettuoso per gli animatori sempre disponibili, che ho tanto amato e li porto qui, nel mio cuore. Ho ricevuto tanto tanto da loro e sono felice di averli aiutati ed aver dato quanto avevo: il mio grande affetto, la mia disponibilità, la mia gioia, nella semplicità e nella Gioiosa comunicazione. E stringo tutti forti in un abbraccio infinito, li porto tutti nel mio cuore. Saluto con affetto profondo tutti, dai più piccoli agli anziani, posso confessare di averli amati con tutto l’affetto di un clero capace. Li porto con me in cielo e da lì continuerò a voler loro bene ad aiutarli intercedendo per loro, per i loro bisogni e necessità. La decisione di lasciare Milano è stata faticosa e pesante. Sono sicura che la mi avrebbero circondato di tanto affetto e di tanto amore fino alla fine, perché ero con loro in una Simbiosi particolare. Ho amato tanto i milanesi incontrati e posso dire che essi sono stati riconoscentissimi e mi hanno dimostrato concretamente che mi amavano.” Suor Gabriella.”

Batticuore – Oratorio Estivo 2022

L’Oratorio Estivo 2022 avrà come tema le emozioni, quelle che proviamo quotidianamente e che fanno parte di noi. In questo tempo così difficile è necessario fare ordine rispetto a ciò che stiamo vivendo; c’è bisogno di ritrovarci anche dal punto di vista emotivo. L’oratorio estivo sarà un’occasione per guidare bambini, ragazzi e animatori a conoscere meglio se stessi e gli altri. Li accompagneremo attraverso le attività proposte a comprendere che le emozioni sono parte di loro e che non esistono emozioni buone o cattive, basta solamente saperle riconoscere, dando ad ogni emozione il suo nome. Anche Gesù, nostro compagno di avventura, ha provato molteplici emozioni e ci insegna ad affrontarle con coraggio.

Di seguito troverete tutte le informazioni e il modulo di iscrizione per l’oratorio estivo. Vi invitiamo ad arrivare il giorno dell’iscrizione con il modulo stampato e compilato e la quota totale per le settimane che si intendono frequentare. La priorità sarà data a coloro che frequentano il catechismo, fino ad esaurimento posti.

Nuovo decanato, nuovo cammino da intraprendere insieme!

Fino a febbraio 2021 nella nostra zona erano presenti due decanati, Niguarda e Zara, con le loro parrocchie e i loro oratori che si occupavano e preoccupavano di offrire dei luoghi di vita, dei percorsi di crescita, ai ragazzi e ai giovani delle nostre comunità. Dall’anno scorso queste due realtà si sono unite in un nuovo, grande, decanato: Niguarda-Zara, che pian piano stanno cercando di condividere i percorsi e le esperienze maturate negli anni, per fare di essi un esempio e uno spunto per il lavoro attuale. Anche gli oratori si sono messi in cammino, per esempio con la preparazione della messa per gli adolescenti il 31 gennaio, in occasione della memoria di Don Bosco.

In questi mesi è stato proposto agli universitari e ai giovani di trovarsi insieme per conoscersi e riflettere su come il Decanto possa accompagnare il loro cammino e quali proposte possa affiancare a quelle già presenti nella Parrocchie. Al primo incontro sono stati invitati tre rappresentati per ogni comunità, accompagnati dal proprio don o educatore; ci siamo dati appuntamento nell’oratorio della Parrocchia di Gesù Divin Lavoratore in Bicocca che ci ha calorosamente accolto. Dopo esserci divisi in tre gruppi e aver fatto un breve gioco di conoscenza ci siamo messi al lavoro: per prima cosa ciascuno ha raccontato l’esperienza da cui proviene, descrivendo anche il gruppo giovani della sua parrocchia per poi chiederci quali siano i nostri bisogni oggi, prendendo a dettaglio ogni ambito della nostra vita e vedendo se sarebbe stato possibile riuscire a soddisfarli con le proposte già presenti; dato, però, che la risposta non era totalmente positiva gli educatori e i don ci hanno chiesto di pensare a come rendere concreto quanto emerso, provando a immaginare un’iniziativa, una proposta concreta, da presentare a tutti i giovani del decanato.

Alla fine ci siamo riuniti e ci siamo confrontati. Tra le tante proposte emerse spicca sicuramente la voglia di incontrarsi e riprendere le relazioni dopo gli anni del Covid, condividendo dei momenti informali o delle uscite di più giorni; trovare dei momenti per approfondire la conoscenza della Chiesa e della fede e anche per formarsi come educatori, visto che tanti svolgono questo servizio in oratorio. A fine serata eravamo felici di aver potuto incontrare dei coetanei che condividono lo stesso cammino di Fede e di aver visto che è possibile anche un orizzonte più grande oltre alle parrocchie.

Le tante proposte che sono state raccolte sono state poi riportate nei gruppi giovani per poterne discutere e per esprimere una preferenza su quelle da organizzare l’anno prossimo. Ci siamo poi tutti ritrovati ad inizio aprile per decidere i prossimi passi. Le attività che hanno ricevuto maggior interesse sono state la possibilità di fare una gita di 2/3 giorni insieme, come occasione per approfondire la conoscenza reciproca, organizzare degli incontri di riflessione/dibattito e infine delle attività di volontariato a piccoli gruppi.

Visto questo iniziale successo si è anche deciso di organizzare, entro l’estate, una serata aperta a tutti i giovani del Decanato per conoscersi, condividere un momento di preghiera, di gioco e di divertimento a cui affiancare il lancio delle proposte per l’anno prossimo.

San Giuseppe protettore dei papà!

” Un padre è colui che regge una candela accesa, vegliando su chi ama nella notte”

Un guerriero silenzioso nel Vangelo è stato San Giuseppe, uomo buono e giusto. Di lui non se ne parla molto e non attirò l’attenzione di nessuno storico eppure la sua presenza silenziosa accanto a Maria e Gesù ci insegna ad aver fiducia in Dio anche quando non comprendiamo fino in fondo il disegno che Dio ha per ciascuno di noi.

Natività a Betlemme – Arcabas

Come recita una canzone famosa il papà è il guerriero che veglia quando è notte, che simbolicamente è il momento più buio della giornata e ti abbraccerò per darti forza sempre. Un padre è colui che silenziosamente ci da la forza e ci protegge in ogni occasione.

Dedicando la canzone “Guerriero” di Mengoni vogliamo fare tantissimi auguri a tutti i papà!

Blog su WordPress.com.

Su ↑